Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando sul sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI 

VALLO DI DIANO – Dall’Africa Sub Sahariana al Vallo di Diano. Un viaggio della speranza che si sta rivelando fondamentale per la vita di dieci giovani profughi, di eta’ compresa tra i 16 ed i 18 anni, i quali, giunti nel Valdiano un anno fa, oggi sono i protagonisti del progetto di formazione professionale “Orme nella Sabbia”.  
I dieci giovani, per sei mesi, faranno pratica presso nove aziende valdianesi operanti in diversi settori. E cosi’, essi impareranno, tra gli altri, il mestiere dell’idraulico, del falegname, del panettiere  e del metalmeccanico.
“Si tratta di un’iniziativa di accoglienza che si e’ trasformata in una proposta educativa”, ha affermato il vescovo della diocesi di Teggiano-Policastro, mons. De Luca a conclusione della presentazione del progetto svoltasi a Polla.
Il progetto formativo, approvato dalla Regione Campania, grazie al supporto tecnico e all’assistenza della Federazione Nazionale Imprese di Salerno, e’ promosso dalla Caritas della diocesi di Teggiano-Policastro.

fonte : SudSalerno.it