Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando sul sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI 

Allegati:
Scarica questo file (corso_mediatori.JPG)Foto del corso207 kB

Conclusione corso per "Mediatori" di cui al D.Lgs 180/10 in convenzione F.N.I. - Adr Conciliando srl,  svoltosi presso l'Ordine dei dottori commercialisti ed esperti contabili di Salerno e valevole come credito formativo per gli iscritti all'albo

Allegati:
Scarica questo file (FNI-_ADR_def.pdf)FNI - ADR33 kB
Oggetto: Convenzione tra Federazione Nazionale Imprese – A.D.R. Conciliando di A.D.R. C&M consulting srl e Associazione professionale "Conciliatori Associati".

Con la presente si porta a conoscenza che in data 17.11.2010 è stata stipulata un'apposita convenzione tra gli enti sopra menzionati relativa alla formazione (da erogarsi in via esclusiva da parte della A.D.R. Conciliando s.r.l.) a condizioni di vantaggio per gli iscritti alla F.N.I. – che ne abbiano titolo di accesso - come "conciliatori" di cui al D. Lgs. 17/01/2003 e i DDMM n. 222/04 e 223/04 e succ. mod. ed int.

I corsi in convenzione erogati esclusivamente dalla ADR Conciliando s.r.l., a svolgersi in Salerno sono conformi alla normativa vigente e vedranno la presenza in qualità di docente di un formatore accreditato presso il Ministero della Giustizia e avente i requisiti previsti dal decreto DDMM 180/10.

Si ricorda, che l'organismo di conciliazione A.D.R. Conciliando di A.D.R. C&M consulting srl ( WWW.ADRCONCILIANDO.IT) è un ente deputato a gestire tentativi di conciliazione, è iscritto al n.24 del registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione a norma dell'art.38 del D.Lgs 17 gennaio 2003 n.5. ed è un Ente di Formazione accreditato al Ministero della Giustizia ( P.D.G. 10/03/2010) Ex D.Lgs. 5/2003, D.M. 23 Luglio 2004 n. 222, Decreto Dirigenziale 24/7/2006, D , n.28 in attuazione dell'articolo 60 della legge 18 giugno 2009, n. 69

In caso di interesse si prega di compilare la scheda allegata e trasmettere la stessa a mezzo fax allo 089/8422117 o email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Si coglie l'occasione per porgere cordiali saluti

Il Presidente F.N.I.

Dott. Gerardo Di Trolio

 

Ai soci Promotori
e pc Ai Soci Ordinari


Con la presente , si convoca a norma delel norme statutarie per il giorno 17 dicembre 2010 ore 20.00 ( e in seconda convocazione per il giorno 20/12/2011 ore 20) presso la sede sociale in prima convocazione l'Assemblea straordinaria della FNI Salerno per discutere del seguente ordine del giorno:

1) Variazione Statuto Associazione;
2) Varie ed eventuali


Il Presidente

MINISTERO DEL LAVORO. INAIL: CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER MIGLIORARE LA SICUREZZA SUL LAVORO

Il 22 ottobre 2010 l'Istituto Nazionale per l'assicurazione contro gli infortuni sul Lavoro (INAIL), dopo 4 anni ha annunciato l'apertura di un nuovo bando per riconoscere contributi a fondo perduto a tutte le imprese che investiranno per migliorare la sicurezza nei luoghi di Lavoro. L'apertura del bando è prevista per fine novembre e dalla pubblicazione del bando l'azienda potrà presentare richiesta a partire dal 45° giorno dalla pubblicazione. Lo strumento sarà a sportello, verranno selezionate le domande fino ad esaurimento delle risorse. Le caratteristiche:

Agevolazione.
Contributo a fondo perduto variabile tra il 50% e il 75% fino ad un massimo di euro 100.000,00.

Attività finanziabili:
Progetti di investimento volti al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori; formazione, sperimentazione di soluzioniinnovative e di strumenti di natura organizzativa ispirati alla responsabilità sociale delle imprese. Le spese ammissibili saranno quelle sostenutedopo la pubblicazione del bando e non è ammessa retroattività.

Spese ammissibili:
Macchine e attrezzature a marcatura CE in sostituzione dei beni non conformi, installazione, modifica degli impianti, apparecchiature e dispositivi per l'incremento del livello di sicurezza contro gli infortuni, installazione di dispositivi di monitoraggio dello stato dell'ambiente di lavoro, ristrutturazione e modifica strutturale dell'ambiente di lavoro, implementazione di sistemi integrati di gestione aziendale della sicurezza.

Soggetti Beneficiari:
Potranno beneficiare dell'agevolazione tutte le imprese, anche quelle individuali, iscritte alla Camera di Commercio.

Tempistica:
Le domande potranno essere presentate dopo la pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale e gli interessati potranno accedere tramite il sitointernet dell'INAIL ai singoli bandi regionali dove inserire dati anagrafici dell'impresa e particolari relativi al progetto, che prevedono l'attribuzione di un punteggio in automatico. Solo con il superamento di un punteggio soglia complessivo sarà possibile la compilazione della domanda online ( sito internet INAIL.IT - Punto Cliente). Il tutto avverrà con la procedura a "sportello" fino ad esaurimento dei fondi.

(fonte:labitalia.com)

Stesso DURC per partecipazione, aggiudicazione e sottoscrizione

Per l'INPS resta fermo l’obbligo di utilizzo nella singola gara tranne che per i lavori privati

La Stazione Appaltante può utilizzare il Durc non solo per la fase di partecipazione a una gara, ma anche per l’aggiudicazione e la sottoscrizione del contratto. Lo ha specificato l’Inps, che con la circolare 145/2010 ha chiarito che restano fermi la durata trimestrale del documento, stabilita dal Ministero del Lavoro, e l’obbligo di utilizzarlo per la singola procedura di selezione. Quest’ultimo obbligo viene meno nel caso di lavori privati in edilizia. Durante i tre mesi il Durc può infatti essere utilizzato per l’inizio di più lavori.

L’Inps ha ripreso quanto affermato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nella circolare 35/2010 dell' 8 ottobre scorso, che ha stabilito la validità trimestrale per i documenti utili ad ottenere la qualificazione Soa, per il Durc riferito ad ogni Sal, Stato di avanzamento lavori, e per gli appalti di beni, servizi e lavori effettuati in economia.

Le novità della circolare

Per poter utilizzare il Durc anche in sede di aggiudicazione e sottoscrizione, il documento non deve essere stato emesso prima di tre mesi dall’aggiudicazione della gara o dalla stipula del contratto.

L’Inps ha ribadito che nell’ambito degli appalti pubblici non può essere utilizzato un Durc richiesto per finalità diverse perché le verifiche effettuate da Istituti e Casse Edili seguono procedure differenziate in base alle finalità.

Per lo stato di avanzamento lavori o quello finale di regolare esecuzione, deve essere richiesto un nuovo Durc in riferimento ad ogni contratto. Ai fini del pagamento, il documento ha validità trimestrale, così come per la liquidazione di fatture relative a contratti pubblici per servizi e forniture. Negli appalti per l’acquisizione di beni, servizi e lavori effettuati in economia, ai sensi dell’articolo 125 del D.lgs. 163/2006, la validità trimestrale del DURC si riferisce allo specifico contratto per il quale il documento è stato richiesto.

È confermata anche la validità trimestrale del DURC per le attestazioni SOA e l’iscrizione all’albo dei fornitori. Per la fruizione di benefici normativi e contributivi resta invece la durata mensile.

Circolare  Inps 17 novembre 2010, n. 145 - Validità durc

L'Inps, con la circolare 17 novembre 2010, n. 145, fornisce chiarimenti per la validità temporale del Documento di regolarità contributiva (Durc) alla luce della circolare del Ministero del lavoro 8 ottobre 2010, n. 35, che ha previsto che nelle procedure di appalti di opere, servizi e forniture pubbliche. In particolare, l'art. 7, comma 1, del citato D.M., ha stabilito che, ai fini della fruizione delle agevolazioni normative e contributive, il Durc ha validità mensile precisando, al comma 2, che, nel solo settore degli appalti privati, il Durc ha validità trimestrale. In particolare, il Ministero ha riconosciuto, nell'ambito delle diverse fattispecie esaminate, la validità trimestrale del Durc. Il Durc deve essere richiesto per ogni singola procedura di selezione e la sua validità trimestrale opera limitatamente alla specifica procedura per la quale è stato richiesto. Il Durc richiesto a fini diversi, dal momento che le verifiche effettuate dai competenti Istituti e/o casse edili seguono ambiti e procedure in parte diverse in relazione alle finalità per cui lo stesso è stato emesso. Per lo stato di avanzamento lavori ostato finale/regolare esecuzione sussiste l'obbligo di richiesta di un nuovo Durc con riferimento a ciascun contratto.