Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando sul sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI 

Allegati:
Scarica questo file (brochure workshop eures2012.pdf)Brochure workshop286 kB
Scarica questo file (LiraTg cronaca 15-02(1).mp4)Video del Convegno5065 kB

Alle aziende associate,

La presente per comunicare che il Servizio EURES della Provincia di Salerno, in collaborazione con il Servizio EURES di Benevento ed il Liceo Statale "Regina Margherita" di Salerno, ha organizzato il Workshop "Il tuo lavoro in Europa", rivolto agli allievi dell'ultimo anno, con particolare riguardo agli studenti dell'indirizzo Linguistico.
L'evento che si svolgerà a Salerno il giorno 15 febbraio 2012, dalle ore 9.30 alla ore 13.30, presso il salone di rappresentanza "Sala Bottiglieri" della Provincia di Salerno, vedrà la partecipazione tra gli altri di un Consulente EURES Francia per la presentazione del mercato del lavoro in Francia  e  del Presidente dott. Gerardo Di Trolio in qualità di relatore sul tema "Mobilità geografica e professionale dei lavoratori: un vantaggio per le imprese".

Italia Lavoro, in qualità di organismo di assistenza tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è soggetto attuatore del Programma AMVA - “Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale”  la cui finalità è, tra le altre, la promozione del contratto di apprendistato, attraverso un’azione integrata tra politiche per lo sviluppo delle imprese, politiche per il lavoro e politiche per la formazione. Il programma è promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Direzione generale per le politiche attive e passive del lavoro, e attuato da Italia Lavoro con il contributo dei Programmi Operativi Nazionali del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 “Azioni di sistema” e “Governance e azioni di sistema”.

Tipologia di contributi
Fino a concorrenza delle risorse disponibili e, comunque, non oltre la data di chiusura dell’Avviso fissata al 31/12/2012, verrà riconosciuto alle imprese:

  • a.. Un contributo di € 5.500,00 (€ cinquemilacinquecento/00) per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato per la qualifica professionale a tempo pieno;
  • b.. Un contributo di € 4.700,00 (€ quattromilasettecento/00), per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere a tempo pieno;


Termini e modalità della domanda di partecipazione
La domanda di contributo potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo raggiungibile al seguente indirizzo: http://amva.italialavoro.it/. Il termine per la presentazione della domanda è il 31 dicembre 2012. Le aziende associate potranno all'uopo avvalersi, se interessate, del supporto offerto dalla F.N.I. all'attivazione di tale progetto.

Informazioni
La versione integrale dell’avviso e la relativa modulistica sono reperibili all’interno dei seguenti siti: http://www.italialavoro.it/, http://www.lavoro.gov.it/ e su http://www.cliclavoro.gov.it/ .

Con la circolare n. 154 del 14 dicembre 2011, l’INPS ha fornito le istruzioni per la pratica attuazione di quanto previsto dal DM 13 settembre 2011 (pubblicato sulla G.U. n. 266 del 15 novembre 2011), il quale ha confermato per l’anno 2011, nella consueta misura dell’11,50%, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili introdotta dall’art. 29 del DL 244/1995 (conv. L. 341/1995).

Al riguardo, va preliminarmente ricordato che, in materia di contribuzione, il settore dell’edilizia è soggetto ad una disciplina particolare. Da un lato, infatti, il comma 1 del citato art. 29 dispone che i datori di lavoro esercenti attività edile siano tenuti ad assolvere la contribuzione previdenziale ed assistenziale sulla base di una retribuzione corrispondente, comunque, a 40 ore settimanali (orario normale di lavoro stabilito dalla contrattazione collettiva), a prescindere dalle ore lavorative effettivamente prestate (cosiddetta “retribuzione virtuale”). Ciò dà luogo al versamento di una “contribuzione virtuale” ove il lavoratore non venga impiegato per tutto l’orario contrattualmente previsto e tale minore prestazione lavorativa non sia dovuta ad eventi espressamente individuati dalla legge o da appositi DM come causali di assenza giustificata, non
comportanti il versamento della contribuzione (es. assenze per malattia, infortuni, scioperi, sospensione o riduzione dell’attività lavorativa con intervento della CIG).

Dall’altro, per “controbilanciare” tale regime, il comma 2 del medesimo articolo riconosce ai suddetti datori di lavoro la possibilità di fruire di una riduzione contributiva, la cui operatività è però subordinata, oltre che al ricorrere di determinate condizioni, all’emanazione di un apposito DM. La L. 247/2007, modificando l’art. 29 del DL 244/1995, ha introdotto in maniera stabile, a decorrere dall’anno 2008, la facoltà per il Governo di confermare o rideterminare, con DM, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili, apprestando altresì un
meccanismo che permette alle aziende interessate di procedere, comunque, all’applicazione dello sgravio. Si prevede, infatti, che, qualora, entro il 31 luglio dell’anno di riferimento, il previsto DM non sia stato adottato,
decorsi 30 giorni, le aziende possano automaticamente procedere all’applicazione della riduzione contributiva nella misura stabilita per l’anno precedente, salvo conguaglio nel caso in cui il DM stabilisca poi una misura diversa ovvero non venga emanato entro il 15 dicembre. Per il 2011, come si è detto, il DM 13 settembre 2011 ha confermato la riduzione contributiva nella misura dell’11,50%.

L’INPS, con la circolare in commento, nel rinviare, per approfondimenti, alle precisazioni già fornite con precedenti circolari, ricorda, innanzitutto, che il beneficio:

  • compete per i periodi di paga da gennaio a dicembre 2011;
  • per espressa previsione di legge, riguarda i soli datori di lavoro esercenti attività edile individuati dai codici ISTAT dal “45.11” al “45.45.2” e compete per i soli operai occupati con un orario di lavoro di 40 ore settimanali. Non spetta, invece, per gli operai con contratto di lavoro a tempo parziale, né per quei lavoratori per i quali siano previste specifiche agevolazioni contributive ad altro titolo (es. assunzione dalle liste di mobilità, contratti di inserimento, ecc.);
  • consiste in una riduzione contributiva, appunto dell’11,50%, applicata sulla parte di contribuzione a carico dei datori di lavoro, esclusa quella di pertinenza del Fondo pensioni lavoratori dipendenti. Le aliquote contributive da considerare sono quelle in vigore, nei settori industria e artigianato edile, dal 1° gennaio 2011;
  • non trova applicazione sul contributo integrativo destinato al finanziamento dei fondi interprofessionali per la formazione continua e versato dai datori di lavoro unitamente alla contribuzione a copertura della disoccupazione involontaria.

Sul piano operativo, ai fini dell’accesso all’agevolazione, le aziende edili, adempienti all’obbligo del rispetto del contratto collettivo, dovranno continuare ad attestare, mediante l’apposita dichiarazione di responsabilità (allegata alla circ. n. 115/2009, da presentare, ove non già trasmessa, alla sede INPS competente per territorio), l’assenza di condanne passate in giudicato per violazioni in materia di sicurezza nei luoghi
di lavoro nel quinquennio precedente, nonché il possesso dei requisiti per il rilascio della certificazione di regolarità contributiva anche da parte delle Casse Edili. Ove ricorrano le predette condizioni, il riconoscimento della riduzione contributiva sarà effettuato dalla procedura di controllo del flusso Uniemens, sulla base dei codici statistico contributivi e dei codici di autorizzazione attribuiti alle aziende.

Vengono, quindi, illustrate le modalità cui i datori di lavoro dovranno attenersi per effettuare, mediante compilazione del flusso Uniemens, le operazioni di conguaglio, precisando che le operazioni di recupero andranno ultimate entro il 16 marzo 2012.

fonte: www.cenai.it

Alle aziende associate e simpatizzanti,

con la presente si invita la S.V. al convegno sul tema" Sindacato, Crisi e Coesione " presso il Polo Nautico Salerno alle ore 16.00 il 30.11.11.
L'evento vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell'Avv Anna Ferrazzano Vice Presidente della Provincia di Salerno, On. Prof. Severino Nappi Assessore al lavoro Regione Campania, Giovanni Gentrella segretario generale UGL, Franco Bisogno Segretario Provinciale UGL UTL Salerno.

La Presidenza

Contributi alle aziende che assumono giovani dai 15 ai 29 anni di età


Italia Lavoro, in qualità di organismo di assistenza tecnica del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, è soggetto attuatore del Programma AMVA - “Apprendistato e Mestieri a Vocazione Artigianale”  la cui finalità è, tra le altre, la promozione del contratto di apprendistato, attraverso un’azione integrata tra politiche per lo sviluppo delle imprese, politiche per il lavoro e politiche per la formazione. Il programma è promosso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali, Direzione generale per le politiche attive e passive del lavoro, e attuato da Italia Lavoro con il contributo dei Programmi Operativi Nazionali del Fondo Sociale Europeo 2007-2013 “Azioni di sistema” e “Governance e azioni di sistema”.

Tipologia di contributi
Fino a concorrenza delle risorse disponibili e, comunque, non oltre la data di chiusura dell’Avviso fissata al 31/12/2012, verrà riconosciuto alle imprese:

  • Un contributo di € 5.500,00 (€ cinquemilacinquecento/00) per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato per la qualifica professionale a tempo pieno;
  • Un contributo di € 4.700,00 (€ quattromilasettecento/00), per ogni soggetto assunto con contratto di apprendistato professionalizzante o contratto di mestiere a tempo pieno;


Risorse finanziarie
Le risorse previste per il presente avviso sono pari sono pari a € 78.150.700

Termini e modalità della domanda di partecipazione
La domanda di contributo potrà essere presentata unicamente attraverso il sistema informativo raggiungibile al seguente indirizzo: http://amva.italialavoro.it/ (sito attivo a partire dal 30 novembre 2011, ore 10:00 am). Il termine per la presentazione della domanda è il 31 dicembre 2012.

Informazioni
La versione integrale dell’avviso e la relativa modulistica sono reperibili, oltre che sul sito della F.N.I., sul sito: http://www.italialavoro.it.

Le aziende associate potranno, al'uopo, avvalersi per l'attivazione del supporto della ns Associazione.

Circolare Banca dati per l'occupazione dei giovani genitori

Con la presente, si porta a conoscenza, che dopo l'istituzione, con il Decreto del Ministro della Gioventù del 19 novembre 2010, della Banca dati per l'occupazione dei giovani genitori, e dell'incentivo rivolto alle aziende che assumono soggetti iscritti in essa, disciplinato dalla circolare n. 115 del 5 settembre 2011, l'INPS emette un messaggio, il n. 20065 del 21 ottobre 2011, con il quale dà istruzioni

contabili circa il suddetto incentivo ed in particolare sulle modalità di richiesta del beneficio da parte di aziende private e società cooperative che, in seguito all'assunzione dei "giovani genitori", devono avvalersi del modulo telematicopresente all'interno dell'area "Istanze online" del Cassetto previdenziale Aziende del sito www.inps.it.