Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner o navigando sul sito acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie CLICCA QUI 

Allegati:
Scarica questo file (Vademecum_VERS_ottobre_2012.def.pdf)Vademecum Buoni lavoro6482 kB

voucher buoni lavoroUna brochure contenente tutte le informazioni utili sui buoni lavoro

www.italialavoro.it

Allegati:
Scarica questo file (programma convegno 27 giugno.pdf)Programma convegno191 kB

Circolare 6/2013

con la presente,
si invitano le iscritte e i simpatizzanti al convegno, che si terrà in data 27 giugno 2013 ore 10.00, presso Camera di Commercio - Via Roma 29 Salerno, dal titolo: "STRUMENTI DI POLITICA ATTIVA PER IL MONDO DEL LAVOROorganizzato congiuntamente da POLARIS , Azienda Speciale della CCIAA di Salerno, e ITALIA LAVORO SpA, Agenzia tecnica del Ministero del Lavoro .

La Presidenza

Allegati:
Scarica questo file (mlcollaboratori_familiari_nei_settori_dellartigianato_dellagricoltura_e_del~.pdf)Circolare Min. Lavoro1170 kB

Circolare Ministero del Lavoro
Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha emanato, in data 10 giugno 2013, la lettera circolare n. 10478/2013 con le indicazioni, ai propri ispettori, relativamente ai collaboratori familiari nei settori dell'artigianato, del commercio e dell'agricoltura.
In particolare, gli ispettori dovranno considerare le prestazioni rese dai pensionati, parenti o affini dell'imprenditore, quali collaborazioni occasionali di tipo gratuito, tali da non richiedere né l'iscrizione nella Gestione assicurativa di competenza, né da ricondurre alla fattispecie della subordinazione. Analoga conclusione può adottarsi nell'ipotesi di prestazioni svolge dal familiare impiego full time presso altro datore di lavoro, considerato il residuale e limitato tempo a disposizione per poter espletare altre attività o compiti con carattere di prevalenza e continuità presso l'azienda del familiare. In detti ultimi casi, la collaborazione del familiare si considera "presuntivamente" di natura occasionale.

fonte: dplmodena.it

Spett. Associato e simpatizzante,

con la presente si porta alla Vs. attenzione la scadenza del 31/05 prossimo per la redazione del DVR (documento valutazione rischi) che riguarderà aziende e professionisti anche al di sotto dei 10 dipendenti.
Si ricorda che il mancato adeguamento alla normativa vigente comporterà le seguenti sanzioni:

- omessa redazione del DVR, violazione art. 29 c.1, arresto 3-6 mesi o ammenda da € 2.500,00 ad € 6.400,00

- incompleta redazione del DVR, ammenda da € 1.000,00 ad € 4.000,00

Per venire incontro alle associate, codesta associazione è in programmazione corsi di formazione di sicurezza sul lavoro in partnership con l'Ente Bilaterale Formasicuro Campania cui la FNI è membro costituente.
Si specifica, inoltre, che sono vigenti a condizioni di miglior favore apposite convenzioni con professionisti del settore.

Per Informazioni rivolgersi alla Presidenza o mandare un'email a :Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Allegati:
Scarica questo file (MANIFESTINO TRATTORISTI web.pdf)Manifesto trattoristi601 kB

Con la presente, si avvisano le associate che sono in programmazione corsi di formazione per "Trattoristi agricoli o forestali" vedi allegato.

La Presidenza

Detassazione produttività: niente sanzioni per datori di lavoro

 
Nessuna sanzione per datori di lavoro e sostituti d'imposta che hanno applicato in maniera erronea la detassazione dei premi produttività fino a luglio 2011: ecco le condizioni dettate dall'Agenzia delle Entrate.Niente sanzioni per datori di lavoro e sostituti d'imposta che hanno commesso errori sull'applicazione delladetassazione dei premi produttività tra gennaio e luglio 2011, purché siano stati effettuati entro il 16 dicembre 2011 i versamenti corretti, interessi compresi.
La detassazione dei premi produttività (che prevede l'applicazione di una aliquota agevolata del 10%) è soggetto alla sottoscrizione di accordi collettivi di disciplina a livello territoriale, secondo le regole stabilite per legge. E in passato l'Agenzia delle Entrate è stata piuttosto rigida su questo punto, tanto che con riferimento all'incentivo concesso per il 2011 aveva vietato la fruizione dell'agevolazione antecedentemente alla sottoscrizione dell'accordo collettivo.
In sostanza l'Agenzia non concede alle parti sociali una delega sull'attuazione dell'incentivo tanto ampia da poter prevedere la sua retroattività. Così a suo tempo l'Agenzia aveva concesso di sanare le posizioni relative all'erronea applicazione della detassazione a somme erogate a seguito di accordi non formalizzati, fissando la scadenza al 16 dicembre 2011.

fonte : PMI