29 aprile 2013

Stampa
Questa email contiene elementi grafici, se non riesci a vederli allora {readonline}apri il tuo browser{/readonline}.
 
 
 
 
 
 

 
 
 
 
Newsletter del 29 aprile 2013
 


Detassazione produttività: niente sanzioni per datori di lavoro


Nessuna sanzione per datori di lavoro e sostituti d'imposta che hanno applicato in maniera erronea la detassazione dei premi produttività fino a luglio 2011: ecco le condizioni dettate dall'Agenzia delle Entrate.Niente sanzioni per datori di lavoro e sostituti d'imposta che hanno commesso errori sull'applicazione delladetassazione dei premi produttività tra gennaio e luglio 2011, purché siano stati effettuati entro il 16 dicembre 2011 i versamenti corretti, interessi compresi.
La detassazione dei premi produttività (che prevede l'applicazione di una aliquota agevolata del 10%) è soggetto alla sottoscrizione di accordi collettivi di disciplina a livello territoriale, secondo le regole stabilite per legge. E in passato l'Agenzia delle Entrate è stata piuttosto rigida su questo punto, tanto che con riferimento all'incentivo concesso per il 2011 aveva vietato la fruizione dell'agevolazione antecedentemente alla sottoscrizione dell'accordo collettivo.
In sostanza l'Agenzia non concede alle parti sociali una delega sull'attuazione dell'incentivo tanto ampia da poter prevedere la sua retroattività. Così a suo tempo l'Agenzia aveva concesso di sanare le posizioni relative all'erronea applicazione della detassazione a somme erogate a seguito di accordi non formalizzati, fissando la scadenza al 16 dicembre 2011.

fonte: PMI

 
 
Se non vuoi ricevere queste newsletter {unsubscribe}Cancellati{/unsubscribe}