Circolare “Progetto RE.LA.R." Italia Lavoro

Stampa
Questa email contiene elementi grafici, se non riesci a vederli allora {readonline}apri il tuo browser{/readonline}.
 
 
 
 
 
 

 
 
 
Newsletter del 16 giugno 2011
 

Circolare “Progetto RE.LA.R." Italia Lavoro - Rete dei servizi per la prevenzione del lavoro sommerso
 
Alle aziende associate
 
 
La presente per porre a conoscenza del progetto in oggetto RE.LA.R. di attuazione da parte di  Italia Lavoro.
 
Tale progetto consente alle aziende interessati operanti nel settore dell'edilizia, dell'agricoltura e del Turismo di poter ospitare tirocinanti ( ai sensi del D.Lgs 196/07 e  D.M. 142/1998) per il periodo ricompreso tra il 01/07/2011 e il 31/10/2011.
 

Possono essere destinatari dei percorsi di tirocinio:

  1. cittadini italiani e comunitari, disoccupati o inoccupati che non abbiano raggiunto l’età pensionabile;
  2. cittadini extracomunitari (non appartenenti ad uno dei Paesi dell’Unione Europea) disoccupati o inoccupati che non abbiano raggiunto l’età pensionabile titolari di un permesso di soggiorno di cui all’allegato A del presente avviso.

I tirocinanti dovranno essere per il 40% soggetti di cui alla lettera a) e per il 60% soggetti di cui alla lettera b)

I percorsi di tirocinio saranno agevolati attraverso il riconoscimento di una borsa di studio (erogata da Italia Lavoro)  a favore dei tirocinanti dell’ammontare di € 550,00 (cinquecentocinquanta/00)/mese al lordo delle eventuali ritenute di legge, per un  massimo di complessivi € 1100,00 (millecento/00) al lordo delle eventuali ritenute di legge.

Non potranno essere attivati percorsi di tirocinio a favore di tirocinanti che siano legati da rapporto di coniugio, parentela ed affinità entro il secondo grado con l’imprenditore o i soci e/o gli amministratori del soggetto ospitante.

Per ciascun percorso di tirocinio attivato devono essere rispettate le seguenti condizioni:

  • il tirocinio dovrà essere realizzato in conformità con la normativa nazionale e regionale di riferimento in materia;
  • le attività di tirocinio valide ai fini della borsa di studio non potranno durare più di 2 mesi;
  • l’attività di tirocinio settimanale potrà essere di 30 ore e sino ad un massimo di 36 ore. Nel caso l’attività di tirocinio settimanale sia pari a 36 ore il datore di lavoro ospitante dovrà provvedere ad un rimborso per il vitto o un servizio mensa gratuito;
  • dovrà essere assicurata la presenza di un tutor aziendale;

Pertanto  le associate, qualora interessate, considerata l'imminente scadenza del bando in parola, sono invitate a contattare la presidenza a mezzo email (info@fnisalerno.it) fax(0898422117)  quanto prima in merito alle modalità operative.

Si coglie l'occasione per porgere cordiali saluti


dott. Gerardo Di Trolio

 
 
Se non vuoi ricevere queste newsletter {unsubscribe}Cancellati{/unsubscribe}